• newsletter5

Ricerca nel web con google

Le proprietà del melograno

MelogranoCurarsi

Utilizzo del melograno nella medicina estetica

Il Melograno (Punica granatum L., famiglia Punicaceae) è una ben nota ed apprezzata pianta medicinale dai frutti eduli. Per le proprietà antinfiammatorie, antiossidanti ed anticancerogene il Melograno è stato scelto come simbolo della medicina nel corso del Festival del Millennio della Medicina (Millenial Festival of Medicine), tenutosi nell’anno 2000 nel Regno Unito (Gill et al., 2000; Langley, 2000; Toi et al., 2003; Ahmed et al., 2005; Pantuck et al., 2006; Gu et al., 2008; Jurenka, 2008).

Proprietà farmacologiche del melograno impiegate in Medicina Estetica: stimolazione della proliferazione cellulare

Il frutto è una bacca del tutto speciale, detta “balaustio” che presenta un pericarpo coriaceo e internamente è suddivisa in logge disposte su due piani, di grandezza diversa, contenenti ciascuna molti semi irregolarmente sfaccettati, con tegumento rosso, gelatinoso e internamente legnoso. Dal balaustio è possibile ricavare differenti estratti tra cui: l’olio di semi, l’estratto acquoso di succo fermentato e l’estratto acquoso di pericarpo (Aslam et al., 2006).

Olio di semi di melograno

L’olio di semi di melograno si ottiene per spremitura a freddo dai piccoli semi bianchi (rimasti dopo l’estrazione del succo e la separazione dalla polpa) secondo il metodo di Schubert (1999). Rappresenta circa il 12-20% del peso totale dei semi ed è una ricca fonte di acidi grassi coniugati (di cui l’acido punicico è il costituente maggiore) principalmente sotto forma di mono, di e trigliceridi (Hora et al 2003). Nell’olio di semi sono presenti numerosi composti polifenolici con attività antiossidante ed inibente gli enzimi proinfiammatori (comprese le ciclossigenasi e lipossigenasi) (Schubert et al 1999) .

 

Estratto acquoso del succo fermentato di melograno

Il succo si ottiene dalla spremitura dei semi di melograno. Si lascia fermentare per circa due settimane, dopo l’aggiunta di lievito vinario. La frazione alcolica è separata tramite distillazione e la soluzione rimanente viene concentrata su fiamma fino al 50% del totale dei semi disciolti (Schubert et al., 1999). Le antocianine, potenti flavonoidi antiossidanti, donano al succo di melograno il suo brillante colore rosso, che aumenta di intensità con l’avanzare della maturazione (Hernandez et al 1999) e diminuisce dopo la pressatura (Miguel et al 2004). Il succo è pertanto un ottimo alimento per favorire la longevità. Tra i minerali presenti nel succo si trovano Fe in prevalenza ma non in concentrazione così alta come nell’anguria, Ca, Ce, Cl, Co, Cr, Cs, Cu, K, Mg, Mn, Mo, Na, Rb, Sc, Se, Sn, Sr e Zn.

Estratto acquoso del pericarpo

Per ottenere l’estratto acquoso del pericarpo si utilizzano i pericarpi essiccati combinati con un’uguale quantità di acqua, e sottoposti a bollitura in un contenitore di acciaio coperto per un’ora. Il liquido ottenuto è filtrato e ridotto fino al 50% del totale dei solidi disciolti. La concentazione dei flavonoidi e dei tannini è maggiore nei frutti selvatici (es. melograni del Caucaso) rispetto a quelli coltivati (Ozcal, Dinc 1993) . I polisaccaridi complessi presenti nel pericarpo sono stati solo parzialmente identificati e quantificati.

La presenza di alcaloidi (es. pelletierine) è ancora da accertare, presenti secondo Dragendorff ma assenti secondo Mayer (Vidal et al 2003). Tra i principali componenti si riscontrano punicalagina, punicalina, acido ellagico, acido gallico, quercitina, luteolina, campferolo e naringenina. In pratica, mangiati i semi gelatinosi, mettiamo il pericarpo a pezzetti in un contenitore di smalto coperto, idoneo all'uso, contenente acqua a lenta ebollizione. Dopo mezz'ora filtriamo il tutto e beviamo l'estratto che agirà su tutto il tessuto connettivo dell'organismo. Per avere l'azione sull'epidermide facciamo un'applicazione topica di olio di semi. In uno studio molto interessante (Aslam et al., 2006) ha dimostrato l'effetto stimolante dell'olio di semi di melograno sulla proliferazione dei cheratinociti e la capacità da parte degli estratti acquosi di pericarpo e di succo fermentato di stimolare la proliferazione fibroblastica e la sintesi del collagene.

L’invecchiamento cutaneo è accompagnato da assottigliamento dell’epidermide e da una concomitante perdita di tessuto connettivo del derma (Lavker, 1995). La perdita di elementi del tessuto connettivo, compresi il collagene di tipo 1 e 3 nella cute invecchiata, dà luogo ad un processo di lenta e progressiva distruzione del tessuto stesso ad opera delle MMP (Metalloproteinasi), processo che si estende nell’arco temporale di decenni. Se è possibile riparare il tessuto connettivo della cute danneggiata, allora è possibile prevenire o ritardare le gravi conseguenze della degradazione del tessuto stesso (Lateef et al., 2005).

I diversi estratti di melograno possono trovare impiego come agenti di stimolazione del processo riparativo

Effetti dell’olio di semi di melograno, dell’estratto acquoso di pericarpo e dell’estratto acquoso di succo fermentato sulla proliferazione di cellule dell’epidermide.

L’olio dei semi di melograno spremuti a freddo induce la proliferazione dei cheratinociti in maniera concentazione – dipendente. Al contrario, gli estratti acquosi ottenuti dal pericarpo e dal succo fermentato non dimostrano alcun effetto sulla proliferazione, anzi, in concentrazioni elevate, i due estratti si rilevano leggermente inibitori. Il trattamento dell’epidermide con l’olio di semi di melograno induce un lieve ispessimento della cute, mantenendo la normale differenziazione. Rispetto a queste caratteristiche della cute, l’azione dell’olio di semi di melograno è significativamente diversa da quella dell’acido retinico, che induce una più intensa iperplasia ma interferisce anche con la normale differenziazione.

melograno semi rossiEffetti dell’olio di semi di melograno, dell’estratto acquoso del pericarpo e dell’estratto acquoso di succo fermentato sulle funzioni del derma.

L’estratto acquoso del pericarpo aumenta la sopravvivenza dei fibroblasti e ne stimola la proliferazione. Anche l’estratto del succo fermentato fa osservare effetti protettivi, tuttavia in misura minore rispetto all’estratto acquoso di pericarpo. Viceversa, l’olio di semi di melograno non evidenzia alcuna azione protettrice. L'estratto acquoso di pericarpo influenza la sintesi di procollagene di tipo 1 da parte die fibroblasti aumentandone la produzione. Studi dose-risposta hanno evidenziato che la produzione di procollagene di tipo 1 è stimolata a concentrazioni di estratto più basse rispetto a quelle ottimali per la proliferazione da parte dei fibroblasti. Infine lìanalisi dose risposta eseguita per l’inibizione delle metalloproteinasi -1 (MMP-1) ha rispecchiato inversamente i risultati rispetto alla proliferazione, le stesse concentrazioni che stimolano la proliferazione, inibiscono contemporaneamente la produzione di MMP-1 da parte dei fibroblasti (Aslam et al 2006).

Le attività osservate sul derma e sull’epidermide, se combinate insieme, sono piuttosto simili all’azione dei retinoidi biologicamente attivi. Questi ultimi, meno tossici, (Fidanza, 1990) hanno comprovate capacità di riparazione tessutale (Weiss et al., 1988) come quelle dell'acido retinoico tutto trans (RA) e il suo precursore il retinolo tutto-trans (Vit. A). E’ generalmente accettato che la ricostituzione di collagene danneggiato sia essenziale per il processo riparativo tissutale, ma è verosimile che anche gli effetti sull’epidermide siano ugualmente importanti. Mentre nel caso dei retinoidi è difficile separare l’azione sul derma da quella sull’epidermide, nello studio realizzato da Aslam et al. (2006), si evidenzia che due estratti ben distinti del melograno svolgono un’azione rigenerativa altrettanto distinta sul derma e sull’epidermide. Conseguentemente sarà possibile utilizzare gli estratti singolarmente o in combinazione per identificare e gestire gli eventi biologici essenziali per la stimolazione del processo riparativo della cute.

A cura di
Prof. Gianluigi Bertuzzi
Dott. Walter Gianmaria ARCIOLA
Dott.ssa Paola ANGELINI

Newsletter

Ricevi promozioni e omaggi dai centri estetici di Roma e provincia.

Data di nascita

Ricerca Centri Estetici

Cerca :



CAP
Città