• newsletter5

Ricerca nel web con google

Le vitamine utili in questa stagione

bicchiere-di-spremuta-di-arancia-con-aranceAlziamo le difese

Una delle strategie per mantenere efficienti, alte e costanti le nostre difese immunitarie e essere pronti per combattere l’attacco di virus e batteri è sicuramente quella di assumere un’ adeguata quantità giornaliere di vitamine e minerali.

Purtroppo oggi l’inquinamento delle nostre città che si espande anche nei terreni coltivati, l’uso poi di fertilizzanti chimici, l’impoverimento dei terreni, le lavorazioni industriali e le tecniche di conservazione, impoveriscono gli alimenti di questi preziosissimi elementi che fanno davvero bene al nostro organismo. La carenza infatti di vitamine e minerali ci rende più vulnerabili ai mali di stagione quali raffreddore e tosse ad esempio, c’è però anche da dire che le quantità di tali elementi da assumere ad esempio attraverso integratori, vanno stabilite in maniera personalizzata magari sotto consiglio di un medico o di un nutrizionista che conosca in maniera approfondita le possibili interferenze tra le varie sostanze.

In generale le vitamine e i minerali possono essere associati tra loro senza problemi, ma alcuni elementi tendono a interferire reciprocamente: la vitamina E e il ferro, per esempio, sono incompatibili tra di loro, e quindi, dovendo associarli andranno assunti a una certa distanza. Vitamina C e rame invece al contrario hanno un azione sinergica e combinabile: l’assunzione di vitamina C facilita l’assorbimento dell’elemento rame, e viceversa.

Le vitamine si distinguono in vitamine idrosolubili (Vitamine B1, B2, B6, B12, Acido pantotenico, Acido folico, Biotina, Vitamina PP, Vitamina C) e vitamine liposolubili ( Vitamina A, Vitamina D, Vitamina E, Vitamina K).

La vitamina C ( o acido ascorbico) è una vitamina idrosolubile indispensabile per il fabbisogno dell’uomo e deve essere obbligatoriamente fornita dall'esterno: infatti gli esseri umani, come anche poche altre specie, non sono capaci di sintetizzarla autonomamente, a causa della mancanza di alcuni enzimi che non sono presenti nel nostro organismo. La vitamina C si trova nelle verdure fresche, nella frutta particolarmente negli agrumi (limone, arance, mandarini, kiwi) e in minore quantità negli alimenti di origine animali: (fegato, latte), mentre in altri alimenti è assente come ad esempio nelle uova, nel pesce, nei formaggi, nei cereali.

vitamina-con-arancia-e-limone.jpg" alt="pasticca-di-vitamina-con-arancia-e-limone" style="border: 1px solid #000000; margin-bottom: 10px; margin-left: 10px; float: right;" height="304" width="350" />La vitamina C, oltre alle sue proprietà antiossidanti, è un ottimo cicatrizzante e aumenta la capacità di crescita dei tessuti, stimolando moltissimo la formazione di collagene, fondamentale ed essenziale per la realizzazione di pelle, muscoli, tendini, cartilagini, legamenti. La vitamina C inoltre è utile per mantenere sani i denti e le gengive ed è parte integrante del loro processo di guarigione. Particolarmente importante è l’apporto di vitamina C in stagioni come autunno e primavera, stagioni dove si verifica un calo fisiologico del livello di vitamina C nell’organismo. La Vitamina C viene utilizzata ampiamente per debellare il raffreddore.

Un dosaggio massiccio di vitamina C ai primi sintomi di un raffreddore può ridurre infatti la durata della malattia. Il dosaggio giusto deve necessariamente però essere prescritto da un medico. Le controindicazioni sull’assumere troppa vitamina C sono davvero poche: un dosaggio elevato può avere un leggero effetto diuretico e può causare diarrea e aumenta il rischio di formazione di calcoli renali. Naturalmente per donne in gravidanza e per persone che hanno disturbi, malattie o prendono farmaci, anche il dosaggio minimo deve essere consigliato da un medico.

Tra le vitamine alleate del nostro sistema immunitario vanno citate appunto la vitamina C, la vitamina E e la vitamina A che tra l’altro hanno un’azione anti-age. Al di la delle dosi medie raccomandate (sempre sotto controllo medico) in situazioni particolari potrebbero essere necessarie dosi maggiori: un donna ad esempio che usa la pillola anticoncezionale ha bisogno ad esempio di più vitamina B6, mentre un fumatore ha bisogno di assumere una quantità maggiore di vitamina C perchè ne consuma un po’ quando accende una sigaretta. Le vitamine vanno assunte di preferenza durante i pasti, per sfruttare la sinergia con quelli presenti nel cibo.

Facciamo una breve panoramica su dove possiamo trovare questi preziosi elementi:

  • Vitamina A (retinolo) e betacarotene: tale vitamina viene integrata nel nostro corpo attraverso il consumo alimentare di ortaggi verdi e gialli come spinaci, carote, zucca), la possiamo assimilare anche attraverso le uova, il burro, i peperoni e il prezzemolo;
  • Vitamina B1: tale vitamina è assimilabile nei cereali nel fegato o nella carne di maiale, ma la troviamo anche in legumi come fagioli e lenticchie e anche nella frutta secca come noci e nocciole. E’ assimilabile anche attraverso la soia;
  • Vitamina B2 - B3 - B5 - B6 - B7: le troviamo nel lievito di birra, nei piselli, nei cereali integrali, nelle uova, e nel fegato;
  • Vitamina C (o acido ascorbico): questa preziosissima vitamina si trova nella maggior parte delle verdure e negli agrumi; ma anche nei kiwi nei peperoni, nelle patate, nei pomodori e nel cardo;
  • Vitamina D: la troviamo nel pesce come tonno, salmone e nell’olio di pesce, ma anche in mandorle e ribes.
  • Vitamina E: la troviamo nella maggior parte dei oli vegetali, nelle germe di grano, nelle uova, nei vegetali verdi, nei legumi e nei cereali integrali.

Newsletter

Ricevi promozioni e omaggi dai centri estetici di Roma e provincia.

Ricerca Centri Estetici

Search for:



Postcode
City