• newsletter5

Ricerca nel web con google

Lipocrioterapia: Crio Us Sculp per sciogliere i grassi

crio-terapiaLipocrioterapia

il macchinaio Crio Us Sculpt introduce nel mercato estetico un'associazione tecnologica fino ad ora mai presentata nel settore, che permette di ottenere risultati evidenti e stupefacenti. Si è effettivamente constato che, nella zona localizzata trattata, si ottengono ottimi risultati sia sull'adipe di addome che su quello dei fianchi, inoltre agisce sull'inestetismo della cellulite presente su gambe e glutei.

Questo perchè si unisce appunto la funzione di un dispositivo raffreddatore, aumento del metabolismo dovuto al freddo, con quello di un generatore di ultrasuoni.(Azione disgregante) Queste funzioni si svolgono in maniera simultanea. In questo modo, aumentando il metabolismo localizzato, viene facilitata la disgregazione di adipe e cellulite. 

GLI EFFETTI BIOLOGICI

L'esposizione al freddo conduce all'acclimatazione grazie a un aumento del metabolismo basale coinvolgendo i muscoli e il tessuto adiposo. I meccanismi della termogenesi (ovvero la produzione di calore) da esposizione al freddo presentano infatti alcune similitudini con la termogenesi indotta dall'ipernutrizione, e potrebbero rivelare particolari significativi su alcune malattie metaboliche (obesità, sindrome metabolica) e sulle loro complicanze (malattie del cuore o diabete).

Il freddo risveglia l'attività della parte del tessuto adiposo addetta a bruciare i grassi e di conseguenza riduce l'entità dell'altra metà del tessuto adiposo, quella bianca, specializzata in accumulare calorie. Mentre negli adipociti bianchi l'idrolisi dei trigliceridi avviene in base alle richieste energiche dell'organismo, in quelli bruni la degradazione dei grassi avviene in risposta ad un abbassamento della temperatura corporea. Se l'organismo soffre di ipotermia, gli adipociti bruni rispondono andando a mobilitare i propri trigliceridi, dal cui catabolismo si libera energia sottoforma di calore. Secondo i recenti studi il nostro tessuto adiposo ha la capacità intrinseca di trasformare adipociti bianchi in adipociti bruni e viceversa.

Il tessuto adiposo bruno, infatti non è numericamente costante nella sua popolazione cellulare, si espande e si restringe al bisogno. Questo evento è dovuto a fenomeni di iperplasia e di conversione degli adipociti bianchi in adipociti bruni; la convivenza di queste cellule è infatti antitetica (quelle bianche accumulano i lipidi mentre quelle brune li bruciano). La scoperta di questi meccanismi biologici apre le porte a futuri sviluppi terapeutici nel trattamento dell'obesità; in linea teorica, infatti, per sconfiggerla sarebbe sufficiente aumentare la percentuale di adipociti bruni, cosa utilissima anche nella prevenzione del diabete. 

GLI EFFETTI DELL'ULTRASUONO

Le onde acustiche generate dalla tecnologia ultrasonica agiscono sul tessuto adiposo.La particolare e mirata mobilizzazione del tessuto cellulitico determina la rottura delle fibre che avvolgono gli adipociti: FENOMENO CAVITAZIONE (il giorno precedente il trattamento, il giorno stesso e quello successivo è necessario bere almeno 2 litri di acqua naturale per aumentarlo).

Con la riduzione della compressione dei vasi sanguigni viene ripristinata la normale tensione elastica e avviato il drenaggio dell'edema. I trigliceridi, grasso imprigionato nelle cellule adipose, vengono liberati ed eliminati dall'organismo, in maniera fisiologica.

Newsletter

Ricevi promozioni e omaggi dai centri estetici di Roma e provincia.

Ricerca Centri Estetici

Search for:



Postcode
City