• newsletter5

Ricerca nel web con google

Le emozioni aiutano il benessere

ragazza-sdraiata-sulla-riva-con-immagine-riflessaRigenerarsi

Ascoltare il corpo significa rispettarlo e volersi bene

Rispettare il ritmo ciclico della vita garantisce quell’ alternanza necessaria tra impegno e recupero che è indispensabile per sollecitare in maniera positiva su tutti i piani l’organismo e per consentirne la rigenerazione.

La nostra esistenza, quella degli essere umani, è scandita da una serie si situazioni antitetiche: attività-riposo, veglia-sonno, caldo-freddo e sono solo alcune. Persino la respirazione, segue un ritmo ciclico: dentro-fuori, pieno-vuoto. La vita infatti è elastica, pulsante e in costante movimento. L’essere umano però ha anche straordinarie capacità di adattamento. Le diverse fasi dell’esistenza sono caratterizzate dalla successione di situazioni d impegno, di allarme e di sforzo, gestite dal nostro sistema nervoso simpatico, e condizioni di piacere e di recupero che sono gestite invece dal nostro sistema nervoso parasimpatico, che è strettamente collegato ai bisogni più semplici e elementari, come dormire e nutrirsi.

I disturbi infatti legati al sonno o alle difficoltà digestive ad esempio, dipendono molto dal nostro stile di vita e a volte possono dipendere anche dalle perdita di energie. Quando ci si concentra troppo su attività che richiedono il dispendio di molte energie si allontana l’attenzione dai nostri bisogni primari. Il lavoro ad esempio occupa una gran parte del tempo della vita di tutti noi adulti e influenza moltissimo il livello del nostro benessere.

Perdere una notte di sonno non comporta gravi conseguenze, ma dormire quattro ore per notte e lavorare sedici ora di fila ad esempio, rappresenta un prezzo molto alto da pagare per il nostro organismo e il nostro benessere. Magari si portano a termine i compiti prefissati, ma non si lascia sufficiente spazio al corpo per liberare le tossine accumulate, in questo modo infatti il fegato e i reni non riescono a compiere in maniera efficiente il loro compito di “pulizia” quotidiana e cosi il nostro corpo e la nostra mente avvertono una sensazione di stanchezza e spossatezza davvero molto fastidiosa, anche per concedersi ad altre attività anche più piacevoli, che fanno sempre parte dei nostri bisogni.

ragazza-bionda-con-farfalla-rosa-sulla-spalla

Quando il corpo è stanco già dal primo mattino, la giornata stenta a partire e magari si passa il tempo a fare uso di continue sostanze eccitanti come il caffè (è risaputo che troppi caffè fanno male infatti ), invece al contrario quando il nostro corpo è riposato, tutte le attività che svolgiamo durante il giorno possono contare su l’appoggio completo della mente e anche sulla forza del corpo stesso per affrontare, diciamo, qualsiasi cosa. E’ fondamentale però che questo impegno ci sia, quando non ci concentriamo su nulla, la nostra mente si “atrofizza”, sul piano psicofisico infatti, ci si abbandona all’indolenza, si avvertono ad esempio cali di pressione, difficoltà a gestire impegni e responsabilità, si diventa amorfi, addirittura anche le nostre ossa tendono a perdere tono.

L’essere umano è una macchina perfetta, scrive qualcuno, ed è costituito da corpo, mente ed emozioni, queste componenti fanno tutte parte dello stesso sistema, ma la quasi totalità di persone tende a concentrare le proprie attenzioni solo su una di esse, trascurando il ruolo essenziale delle altre. Ogni volta che siamo di fronte ad una decisione razionale, ad esempio iscriversi in palestra, che però manca del desiderio fisico e magari si scontra con un’ emozione contraria può accadere che l’equilibrio si spezzi e non è grave se si tratta solo di esempi come un corso di ginnastica, ma quando il mancato equilibrio delle parti sopra citate del nostro organismo (mente-corpo-emozioni) coinvolgono sfere più “importanti” come lavoro e famiglia, i disturbi minacciano in maniera seria anche al nostra salute (ad esempio lo stress stesso).

Per ridurre l’impatto del malessere psicofisico occorre davvero “ascoltarsi” un po' più spesso, ovvero tenere molto più in considerazione la nostra sfera emozionale. Un emozione non ascoltata e sottovalutata può causare davvero disagi dal punto di vista psicofisico. Non sono le emozioni in quanto tali che comportano “ problemi”, ma è la mancanza di ascolto che abbiamo nei loro confronti che può far sfociare in veri e proprio malesseri. Se cambiamo il nostro stile di vita e ascoltiamo un po' di più la nostra parte “interiore” ed emotiva possiamo davvero fare molto bene a noi stessi.

Prestiamo attenzione anche ai disturbi del sonno in particolar modo. Un malessere interiore può sfociare anche in questo, Dormire bene e a lungo è fondamentale per mantenere in maniera efficiente il nostro sistema immunitario. Secondo studi medici, la mancanza di sonno può alterare l’equilibrio ormonale, e compromette di conseguenza il funzionamento dei tessuti linfatici che producono gli anticorpi. Dormire è molto importante, non solo per il recupero fisico del corpo in tutte le sue parti, ma dal punto di vista psichico il sonno permette di rielaborare tutte le situazioni che viviamo nel quotidiano, di fare ordine nei pensieri, di prendere decisioni più radicate e giuste magari, di affrontare meglio la giornata, la serata ovvero in poche parole, è un bisogno assolutamente primario e irrinunciabile.

Studi americani recenti hanno dimostrato che addirittura dormire in maniera regolare e possibilmente otto ore per notte aiuti persino a dimagrire, grazie alla proporzionata e giusta produzione di leptina, un ormone che si occupa di regolare il nostro consumo metabolico e che mentre dormiamo ( se lo facciamo nella giusta maniera e bene soprattutto ) ha il tempo agire nella giusta maniera e quindi di consentire la regolazione del metabolismo. Fantastico, dimagrire senza sforzi, stando comodamente sdraiati, in due parole benessere e bellezza.

Newsletter

Ricevi promozioni e omaggi dai centri estetici di Roma e provincia.

Ricerca Centri Estetici

Search for:



Postcode
City