• newsletter5

Ricerca nel web con google

Contrastare i radicali liberi

Ragazza che mangia una caroraAntiossidanti

Gli antiossidanti, amici del nostro organismo, combattono i radicali liberi.

I radicali liberi sono prodotti di “scarto che si formano in modo naturale all’interno delle cellule del corpo quando l’ossigeno viene usato nei processi matabolici per produrre energia. Se la quantità è minima aiutano il sistema immunitario nell’eliminazione dei germi e nella difesa dai batteri.

Dal punto di vista biochimico, i radicali liberi sono molecole molto instabili, in quanto possiedono un solo elettrone invece che due. Questa mancanza li porta a ricercare un equilibrio appropriandosi di un elettrone di altre molecole con le quali vengono a contatto, molecole che diventano anch’esse instabili e che, a loro volta, ricercano un elettrone e cosi via, innescando un meccanismo di instabilità a “catena”. Questa serie di reazioni può durare da frazioni di secondo ad alcune ore e può essere ridimensionata o arrestata dalla presenza dei vari agenti antiossidanti. Sono stati individuati diversi fattori che contribuiscono ad aumentare in modo eccessivo la presenza dei radicali liberi e sono:

  1. radiazioni solari e radiazioni per esami medici;
  2. inquinamento atmosferico e ambientale (il fumo, anche quello passivo);
  3. stati di stress emotivo e fisico e conseguente assunzione di alcuni farmaci;
  4. gran parte degli additivi chimici presenti nei nostri cibi;
  5. insetticidi e altri trattamenti chimici effettuati sugli alimenti.

L’azione continua dei radicali liberi si ripercuote soprattutto nel precoce invecchiamento delle cellule, traducendosi cioè nelle degenerazioni tipiche dell’invecchiamento sia a livello esteriore (pelle secca, macchiata, rugosa ) sia a livello degli organi interni (ridotta capacità del sistema immunitario, artrite…) e nell’insorgenza di varie patologie gravi.

L’organismo umano si difende naturalmente dai radicali liberi grazie a enzimi e ad altre sostanze (come l’acido urico), ma l’azione di questi difensori deve essere aiutata da molecole, gli antiossidanti, che dobbiamo assumere dall’esterno attraverso l’alimentazione. Gli agenti antiossidanti riportano l’equilibrio chimico nei radicali liberi grazie alla capacità di fornire loro gli elettroni di cui mancano. Superata una certa soglia è necessario un apporto esterno di antiossidanti.

frutta ricca di vitamineI principali antiossidanti sono:

  • Pigmenti vegetali: polifenoli – bioflavonoidi. I flavonoidi sono i pigmenti che colorano vivacemente la frutta e la verdura, spesso in abbinamento alla vitamina C; sono una famiglia numerosa di oltre quattromila sostanze simili, con una forte capacità antiossidante; tra i flavonoidi più presenti sulla nostra tavola possiamo citare quelli presenti nel vino rosso (le protoantocianidine), che hanno una spiccata capacità protettiva nei confronti dell’arteriosclerosi, ma presenze significative si hanno anche nel tè verde, nelle foglie di ginko biloba, nelle alghe, negli oli essenziali. I flavonoidi agiscono sia direttamente sia coadiuvando l’azione di altri antiossidanti quali le vitamine e i minerali.
  • Vitamine: vitamina C, vitamine E, betacarotene, (provitamine A) e vitamine del complesso B. Il carotene è il nome che indica una categoria di pigmenti naturali (sono oltre 600 i carotenoidi in natura ) presenti in molti vegetali (essenzialmente frutta e ortaggi di colore dal giallo al rosso, ma anche verdura a foglia verde) che nel nostro organismo si comporta da precursore della vitamina A (cioè viene trasformato in vitamina A e per questo motivo viene definito provitamina). Dal punto di vista delle proprietà antiossidanti, il carotene si è dimostrato tra i più efficaci.
  • Micronutrienti ed enzimi: selenio, rame, zinco, acido lipoico, coenzima Q10, melatonina, acido urico, ecc. Il coenzima Q10 e l’acido lipoico sono definiti sostanze vitamino-simili, che svolgono una buona azione antiossidante soprattutto nei confronti dell’invecchiamento cellulare e dei tessuti (infatti entrano a far parte di numerose creme antirughe ), ma anche nella lotta contro l’arteriosclerosi e il decadimento del sistema immunitario.

Gli agenti antiossidanti possono agire singolarmente o interagire, proteggendosi a vicenda nel momento in cui vengono ossidati. E’ da tenere in considerazione che ciascun antiossidante ha un campo d’azione limitato ad uno o due specifici radicali liberi, quindi solo un’alimentazione completa ed equilibrata può garantire un’efficace azione antiossidante.

Dove troviamo grandi quantità di antiossidanti?

Soprattutto nella frutta e nella verdura. Largo consumo quindi agrumi, kiwi, broccoli, peperoni, cavoli, fragole, verdure a foglia verde, ortaggi rossi, mele, olio di semi, erbe aromatiche, (timo e basilico). Per l’elevato contenuto di flavonoidi e polifenoli, sono indicati anche la cioccolata e il vino rosso (purchè consumati con molta moderazione).

A cura di Elisa Volpara Dietista Cesare Quaranta.

Newsletter

Ricevi promozioni e omaggi dai centri estetici di Roma e provincia.

Ricerca Centri Estetici

Search for:



Postcode
City