• newsletter5

Ricerca nel web con google

Fangoterapia azioni terapeutiche

donna-sdraiata-con-fanghi-sulla-schienaFanghi

La fangoterapia ha origini molto antiche e nasceva proprio in quei luoghi dove la conformazione geologica rendeva disponibili l’utilizzo delle sorgenti e delle acque calde. Le antiche popolazioni di questi luoghi consideravano i benefici di queste terre delle virtù, terapeutiche e depurative, dei segnali inviati dagli dei; non a caso le antiche terme dei Greci e dei Romani sono oggi le nostre SPA in chiave ovviamente moderna: SPA, Salus per Aquam, ovvero la salute per mezzo dell’acqua.

I fanghi applicati sulla pelle possono agire davvero in profondità, c’è ne sono diversi tipi e possono avere origine marina o termale. I fanghi possono risolvere diversi tipi di inestetismi e possono apportare numerosi benefici all’intero organismo. Possono essere utilizzati come trattamento abituale o far parte di una vera e propria terapia per la risoluzione di inestetismi piu “gravi”, contrastano infatti la cellulite, migliorano l’elasticità della pelle, la sua consistenza e il tono, il suo aspetto in tutte le sue parti.

Il fango è composto da una percentuale di impasto caldo a base di argilla, da acqua minerale e da alcune alghe molto particolari. Il fango è praticamente la fusione di una componente solida (l’argilla) e una componente organica (l’humus) formato dall’attività microbiologica di alghe, microalghe, protozoni e batteri; da fango a fango possono esserci numerose differenze, a seconda del tipo d’acqua, della percentuale di alghe che contiene e anche da dove proviene la componente solida.

Infatti in alcuni fanghi la componente solida può provenire dai fondali marini, in altri invece tale composizione può provenire dalla sabbia stessa. Le proprietà benefiche dei fanghi sono molteplici e agiscono su diversi livelli. La sua azione terapeutica non dipende solo dal calore; l’applicazione però di un composto caldo sul corpo, (caldo ma non troppo), favorisce la vasodilatazione e l’aumento della circolazione e la conseguente sudorazione, tale sudorazione favorisce lo spostamento dei fluidi dagli spazi intracellulari a quelli extracellulari.

spalla-di-donna-coperta-di-fango

Questo spostamento provoca lo scambio tra le cellule e l’ambiente favorendo cosi lo smaltimento delle scorie dell’organismo e il recupero di elementi nutritivi. Il fango è ricchissimo di proprietà nutritive, anche grazie al suo processo di formazione e maturazione prima di essere considerato fango per applicazione. Più lo strato di fango che viene applicato sulla pelle è spesso e solido più agirà in profondità e quindi più benefici apporterà all’epidermide liberando il nostro organismo e il nostro corpo dalla tossine.

I fanghi possono essere utilizzati sia a casa sia negli istituti termali, nelle SPA e nei centri estetici. I fanghi che sono in commercio sono davvero validi, purchè si presti la massima attenzione nella loro stesura e nella loro posa. Nei centri termali i fanghi vengono utilizzati soprattutto per il corpo ma non dimentichiamoci che possono giovare moltissimo anche al viso e ai capelli. La pelle viene preparata con uno scrub capace di rendere più recettiva la cute e di stimolarne la microcircolazione.

Negli istituiti viene utilizzato anche il calore e per la precisione il fango viene applicato sulla pelle ad una temperatura che va dai 42° ai 45°. Va lasciato in posa per circa una ventina di minuti e il corpo viene coperto. Poi si passa al risciacquo attraverso una bella doccia energizzante e ci si immerge in un bagno di acqua termale. Dopo aver sorseggiato un’ ottima tisana rilassante e calmante, passiamo al massaggio conclusivo che rilassa completamente il corpo. Le principali azioni di un fango sono elasticizzanti, nutrienti, drenanti, anticellulite e non ultimo e neanche da sottovalutare è un trattamento che ha intriso importanti proprietà rilassanti per mente e corpo.

Newsletter

Ricevi promozioni e omaggi dai centri estetici di Roma e provincia.

Ricerca Centri Estetici

Search for:



Postcode
City