• newsletter5

Ricerca nel web con google

Il deodorante giusto per sentirsi freschi

Donna che usa il deodoranteSudore

Freschi e profumati anche in estate

Con le alte temperature di questo periodo, sudare un po’ è davvero la cosa più naturale che ci possa accadere. Il sudore se abbondante viene considerato un elemento di scarsa igiene personale, ma in realtà viene prodotto “naturalmente” dal nostro corpo stimolato da diversi fattori del nostro organismo come ormoni, terminazioni nervose, ambiente.

ll sudore nasce dalle ghiandole eccrine e apocrine disseminate sulla pelle, contiene sostanze come sodio, cloro, potassio e acido lattico e al momento dell’emissione è inodore; è infatti la nostra flora batterica a determinarne l’odore, che varia da persona a persona e soprattutto varia dal ph della pelle di ognuno di noi.

E’ importante considerare che il sudore non è nocivo anzi è indispensabile per l’equilibrio del nostro organismo. D’estate è assolutamente irrinunciabile l’uso del deodorante, che ci accompagna senz'altro anche d’inverno, ma le braccia e le ascelle scoperte durante la calda stagione ci mettono in condizione di scegliere con maggiore cura il deodorante giusto, il miglior alleato per la freschezza di uomini e donne.

In commercio ce ne sono molti di deodoranti e ciascuno ha formulazioni diverse e provoca effetti diversi sulla pelle. Sicuramente il primo requisito che deve necessariamente avere un buon deodorante è che non deve lasciare aloni e macchie. Deve contenere delle sostanze assorbenti all’interno della sua composizione e al momento dell’utilizzo bisogna sempre aspettare di essere asciutti prima di vestirsi, altrimenti le gocce di prodotto potrebbero depositarsi sul vestiti macchiandoli con antiestetici aloni. Inoltre l‘ alone mescolato al prodotto potrebbe anche causare macchie sui vestiti che non vanno via neanche con i lavaggi.

Sopratutto d’estate molte donne preferiscono utilizzare prodotti che lascino anche fragranze profumate, anche perchè le case produttrici di deodorati li stanno ottimizzando sempre di più producendo aromi sempre più raffinati che si avvicinano sempre di più a veri e propri profumi. Questi tipi di deodoranti sono indicati per chi non suda molto, infatti le fragranze mescolate al sudore potrebbero provocare un miscuglio poco piacevole. Inoltre i deodoranti profumati sono adatti ad una pelle che reagisce bene all’alcool e bisogna fare attenzione anche ad utilizzarli al abbronzatura-duratura-protezione-raggi-uv-idratare-pelle.html">sole, poiché le sostanze alcoliche possono chiazzare la pelle.Il sudore rende comunque la pelle più sensibile alle irritazioni e siccome le fragranze prodotte dalle industrie sono moltissime sarebbe molto difficile risalire a quale ingrediente possa avere alterato la pelle per questo nel dubbio utilizzare un deodorante privo di essenze e quindi neutro è sempre la scelta più giusta.

La parte “colpita” dal deodorante sono le ascelle, che molto spesso dimentichiamo di idratare. Questa parte che tra l’altro è spesso “stressata” dal continuo strofinio dei vestiti o dalle depilazioni quotidiane sotto la doccia, va idratata e allora, se dimentichiamo di mettere la crema idratante, possiamo comunque scegliere un deodorante dalle proprietà nutritive che idrati, evitando sempre prodotti troppo appiccicosi soprattutto per chi ha la pelle grassa. Bisognerebbe sceglierne uno dalla formulazione leggera che non si mescoli alla traspirazione, per non peggiorare la situazione. La soluzione ci viene data dalle versioni di deodorante dry, che hanno un texture asciutta grazie alla presenza di polveri micronizzate, come il talco.

Altri due requisiti fondamentali per il deodorante sono la lunga durata e l’azione antiodore. A volte infatti la sudorazione è cosi intensa che un normale deodorante non basta, allora ci vengono in aiuto gli antitraspiranti a base di sali d’alluminio, che restringono i dotti da cui esce il sudore, senza esagerare nelle quantità poichè tali agenti ostruiscono i pori dell’epidermide e i batteri intrappolati all’interno irritano le ascelle e possono formarsi dei gonfiori. Quindi magari limitiamo il loro uso solo nei giorni nei quali la traspirazione è molto intensa e solo quando è indispensabile.

E se si fa attività fisica e si vuole evitare che i batteri causati dal sudore assumano cattivo odore, meglio ancora utilizzare un deodorante che contenga degli ingredienti che rendano “inattivi” tali batteri. Un effetto antibatterico poi è garantito dai prodotti a base di elementi naturali e da oli essenziali ad esempio il limone o il timo che rallentano la loro proliferazione.

L’ultima novità delle aziende cosmetiche sono i deodoranti che ritardano la crescita pilifera. Questi deodoranti che mantengono la pelle più liscia contengono degli ingredienti vegetali come la palmitina o papaina, che agiscono sul bulbo pilifero, indebolendolo e rallentando la loro ricrescita. Le ricerche hanno dimostrato che già dopo qualche settimana dal loro utilizzo i bulbi riducono la loro attività circa del 20% e i peli ricrescono più lentamente e più radi. Attenzione solo per chi ha la pelle sensibile. Queste sostanze infatti assottigliano lo strato superficiale di cheratina e possono rendere la pelle più vulnerabile.

Inoltre per completare in bellezza la gamma dei deodoranti ci sono anche quelli specifici post-depilazione arricchiti con sostanze lenitive e addolcenti che servono proprio a calmare il rossore e il bruciore e possono essere applicati subito dopo la depilazione (utile è tamponare la parte depilata con del ghiaccio per farle sfiammare). Esistono davvero talmente tanti deodoranti in commercio che ognuno può scegliere il suo in base alla propria pelle e alle proprie esigenze, basta solo conoscersi e scegliere quello giusto.

Newsletter

Ricevi promozioni e omaggi dai centri estetici di Roma e provincia.

Ricerca Centri Estetici

Search for:



Postcode
City