• newsletter5

Ricerca nel web con google

Aromaterapia e massaggio aromaterapico

messaggio aromaterapicoaromaterapia

Per aromaterapia si intende un metodo curativo olistico che può agire su processi fisici, mentali e spirituali attraverso l’uso di oli essenziali. Mentre in profumeria vengono usati anche degli estratti animali, come ambra, zibetto e muschio, nella terapia questi sono esclusi come sono escluse le molecole di sintesi che “copiano” il prodotto naturale.

Il termine coniato dal Dottor Jean Valnet, indica l’uso di particelle d’essenza odorosa contenuta nelle piante, che curano agendo attraverso le mucose nasali.La sua azione è un po’ vaga e ampia e la sperimentazione scientifica non ha potuto dare indicazioni e strumenti specifici per questa terapia, anche se sul piano di esami chimici, si è potuto riscontrare che le essenze facilitano le verifiche di composizione, e di test confermano la sua attività, conferendogli una validità scientifica.

Massaggio Aromaterapico

E’ utile per riequilibrare il corpo, la mente lo spirito. Se si dovesse scegliere un solo campo per l’applicazione dell’aromaterapia, molti terapeuti opterebbero sicuramente per il massaggio. La combinazione tra l’olio vegetale e gli oli essenziali e il trattamento manuale che favorisce la penetrazione e il relax nonché la tonificazione è infatti l’ideale, dona risultati particolarmente apprezzabili in tempi molto brevi e dà grande soddisfazione al terapeuta e al cliente. La miscela adatta per i disagi della persona fra le innumerevoli combinazioni, deve essere preparata con abilità e competenza, dal terapeuta, al momento, dopo aver visto la persona da massaggiare.

Come si svolge un massaggio aromaterapico

La stanza dove vengono fatti i massaggi deve essere confortevole e calda, con luce soffusa e con musica dolce in sottofondo. L’olio non deve essere freddo. Le manovre più usate per massaggiare sono lo sfioramento, la frizione, l’impastamento: i movimenti sono lenti e continui. Queste manovre vengono eseguite sul corpo, per tonificare il volume di alcuni tessuti, ma anche per preservare e migliorare il benessere psichico, allentando le tensioni e fatiche. Tutto è nelle mani sensibili dell’operatore.

Che cosa sono gli oli essenziali?

La parola olio può indurre in inganno, perché la maggioranza degli oli non è grassa, tanto è vero che una goccia versata su un foglio di carta non lascia traccia di untuosità. Si tratta invece di sostanze altamente volatili, che proprio grazie a questa caratteristica raggiungono facilmente il nostro naso. Gli oli essenziali in genere sono incolori, alcuni sono azzurri, gialli, verdognoli, o rossastri. La loro consistenza è variabile, da molto fluida e piuttosto a piuttosto densa e viscosa, secondo il tipo di pianta. Le piante ne producono solo una piccola quantità, in alcuni casi, non supera lo 0,01% per cui occorre per esempio, una tonnellata di petali di rosa per produrre mezzo litro di olio essenziale. Ma questa piccola quantità è sufficiente per la pianta.

Essa costituisce i suoi “ormoni”, serve per difenderla dai parassiti, per attirare gli insetti utili per l’impollinazione, può formare una pellicola protettiva contro l’eccessiva evaporazione e lenire le eventuali ferite. Secondo alcuni ricercatori, gli oli essenziali servono alla pianta anche nei processi metabolici, di fotosintesi eccetera. Come dice la parola stessa, essenza, è una sostanza estremamente concentrata, è l’energia solare trasformata.

Secondo il tipo di pianta, la parte più aromatica può essere quella legnosa come la radice, il rizoma, il tronco o la corteccia, oppure la parte verde come le foglie e le gemme o ancora il fiore, il frutto o il seme. La medicina oggi ha perso i connotati mistici che la contraddistinguevano in passato, tuttavia si tende ancora definire il profumo o l’olio essenziale come “l’anima della pianta”, capace quindi di trasmettere sottili massaggi lenitivi e curativi.

Gli oli essenziali possono essere somministrati in dosi precise e sono di grande e rapida diffusione, applicandoli sulla pelle raggiungono il sangue in pochi minuti diffondendosi. Si possono assumere anche tramite pomate, diluiti nel bagno o assunti come gocce. Le proprietà terapeutiche che si possono riscontrare sono: fluidificazione del sangue e linfa, facilitazione nell’eliminare residui colloidali, disincrostazione dei vasi sanguigni, aiutano a dissolvere calcoli, aiutano le articolazioni, stimolano le ghiandole della pelle, dei polmoni, reni e intestini, aiutano ad espellere prodotti tossici. L’aromaterapia è ritenuta antisettica e battericida con proprietà di eccitare l’elettro-magnetismo degli elementi atomici cellulari. Oggi su cerca di riscoprire l’antica saggezza che legava l’uso dei vegetali e degli aromi alle stagioni, ai cicli vitali e a quelli degli astri

A cura di Sabrina Carbonetti

Newsletter

Ricevi promozioni e omaggi dai centri estetici di Roma e provincia.

Ricerca Centri Estetici

Search for:



Postcode
City