• newsletter5

Ricerca nel web con google

Come mangiare durante le feste

pollo-arrosto-con-verdure-appoggiato-sulla-tavola-nataliziaCibi e Feste

Il Natale è una festa stupenda, ma attenzione alle calorie

Il mondo di oggi ci vuole a tutti i costi magri ed in forma, infatti una dieta equilibrata e ricca di cibi nutrienti fa vivere assolutamente meglio e anche più a lungo. Come dimostrano molti studi di settore, aumentare la dose quotidiana di cibi salutari è molto importante e bisognerebbe invece ridurre i cibi che lo sono meno.

Infatti sembra che chi mangi frutta, verdura e cereali integrali, ma anche pesce e latticini a basso tenore di grassi viva meglio rispetto a chi tende a eliminare completamente i cibi considerati nocivi, come le carni rosse, zuccheri raffinati, alimenti con un alto tenore di grassi saturi o idrogenati. L’obiettivo da raggiungere è quello di consumare almeno 17 alimenti “sani” al giorno. Nutrirsi in modo naturale e salutare significa anche riuscire ad assecondare i ritmi del proprio corpo.

Per far questo, ci sono alcuni accorgimenti spesso trascurati, che possono favorire i processi legati all’alimentazione. Il primo è senz’altro quello di distribuire pasti durante tutto l’arco della giornata. Il metabolismo infatti è particolarmente ricco la mattina; poi subisce un progressivo rallentamento e cala ancora durante la pausa notturna destinata ai processi di depurazione e di recupero. Seguendo una logica metabolica, verrà allora naturale fare una colazione ricca e completa, mangiare meno a pranzo e finire la giornata con una cena assolutamente leggera.

Questo naturalmente di regola, ma sappiamo tutti che nei prossimi giorni la nostra alimentazione verrà scombussolata dal momento più dolce dell’anno e definito dole non solo per lo stato d’animo. Stiamo per sederci a tavola per quasi tre giorni di fila, alcuni anche per un settimana intera se calcoliamo il cenone di fine anno, ma come farà il nostro corpo a “sopportare” e soprattutto poi dopo a smaltire tutto quello che stiamo per accumulare? Pensiamo prima al durante festa.La prima cosa da fare è magiare piatti che siano gustosi. Infatti molto spesso è il gusto più che la quantità a donarci quella sensazione di sazietà legata al piacere, l’importante infatti è non eccedere nelle dosi e si sa che quando un piatto è troppo semplice o poco saporito tendiamo a mangiarne in quantità maggiore almeno per sentirci sazi, poco soddisfatti magari, ma almeno pieni.

biscotti-con zucchero-a-velo-natalizi

Un altro errore molto grave è saltare i pasti, quando succede nel nostro organismo accade che il metabolismo rallenti per proteggere il corpo dall’assenza di cibo, inoltre il cibo è comunque il carburante del nostro corpo e in linea di massima prima o poi il senso di fame ci colpirà e allora saranno guai con le altre portate, potremmo rimpinzarci infatti di un cibo magari anche più calorico creando cosi “danni” alla nostra silhoutte. Se in questi giorni ci rechiamo a casa di amici un’ accorgimento fondamentale potrebbe essere quello di spizzicare qualcosa prima di andare, ad esempio uno yogurt o qualche verdura cruda, in questo modo spezziamo un po’ di appetito e una volta seduti a tavola non rischiamo di caricare troppo lo stomaco.

Da che mondo e mondo il pesce è un alimento più leggero, ma in queste feste si tende sempre a fare un abuso spropositato di carne rossa condita e cotta in tutti i modi, sughi molto elaborati, salumi e formaggi come se piovesse e per finire dolci di tutti i tipi. Tutto questo deriva dalla concezione storica “antica”, poiché molti anni fa le festività che si incontravano durante l’anno (Natale in particolar modo) erano davvero gli unici momenti dove si “osava” abbondare con le pietanze, ma questo era il passato.

Oggi infatti con il nostro stile di vita, “Natale” inteso come abbondanza di cibo, è davvero tutti i giorni. Anzi al contrario, si potrebbe decidere di sovvertire il tutto e scegliere proprio queste ricorrenze per mangiare in maniera più attenta e salutare. Ma, calcolando che la tradizione è sempre tradizione, calcolando che la maggior parte di tempo che trascorriamo con amici e parenti viene fatto a tavola potremmo pensare anche di sostituire la carne con il pesce e non adottarla solo per la vigilia del 24 dicembre, l’importante è che sia fresco poi possiamo lasciarci andare sia con la fantasia sia con i condimenti, ovviamente senza esagerare altrimenti la nostra sostituzione “intelligente” non avrà l’effetto desiderato.

Inoltre per aiutare il nostro organismo è molto importante mangiare seduti, per qualcuno potrà essere scontato, ma molte persone mangiano mentre lavorano o mangiano mentre fanno altre cose e invece stando seduti a tavola, è stato dimostrato da esperti di settore, ci permette di mangiare un terzo in meno rispetto e inoltre ci permette di masticare più lentamente favorendo sia la digestione che i segnali dello stomaco che ci dice di essersi riempito.

Quindi tale consiglio è dedicato soprattutto a chi si occuperà di preparare le pietanze, sedetevi con i vostri amici e parenti e gustatevi il cibo preparato seduti. Un ultimo accorgimento potrebbe riguardare le spezie, preparare pietanze aggiungendo aglio e pepe può aiutarci a non mangiare troppo. Secondo studi pare che il consumo spezie aumenterebbe la termogenesi, ovvero la capacità del corpo di produrre calorie: produrre calorie costa energia, e questo processo porta il metabolismo a utilizzare le riserve di grasso, aumentando la sua velocità.

Cerchiamo di adottare questi accorgimenti e speriamo che funzionino, comunque mangiare è assolutamente un piacere quindi va fatto all’insegna del gusto, senza però esagerare.

Newsletter

Ricevi promozioni e omaggi dai centri estetici di Roma e provincia.

Ricerca Centri Estetici

Search for:



Postcode
City