• newsletter5

Ricerca nel web con google

acqua-sali-minerali-idratazione-pelle-organismo.html" class="contentpagetitle"> Acqua, il nostro miglior alleato

acqua-con-limone.png" alt="Bicchiere acqua con limone" />Acqua

I poteri dell’acqua, amica dell’estate

Per dare il massimo il nostro corpo ha bisogno di assicurarsi una scorta di acqua e sali minerali sufficiente a renderlo idratato e in forma. Il 60% - 70% del peso corporeo è costituito da acqua; l’acqua oltre ad essere indispensabile per diverse funzioni all’organismo trasporta nel corpo nutrienti e sali minerali.

Ogni giorno con il movimento, il sudore, ma anche solo con la respirazione attraverso il vapore corporeo che esce dalla bocca, si eliminano circa due litri di liquidi e tante sostanze preziose per la salute e la vitalità, un patrimonio fondamentale per l’organismo che deve necessariamente essere reintegrato quotidianamente.

 
Più si fa esercizio fisico, più si fa una vita dinamica e più cresce il fabbisogno di liquidi e sali minerali. La soluzione? Bere almeno un litro e mezzo anche due litri di acqua al giorno, dalla mattina alla sera scegliendo possibilmente delle acque ricche di elementi fondamentali per l’organismo miscelati tra loro in modo armonioso e in dosi ottimali. Le acque non sono tutte uguali e bisogna necessariamente, con la torrida estate in corso, portare con se, in ufficio, in palestra, nello zainetto sempre una bottiglietta d acqua, ma bisognerebbe scegliere quella giusta ovvero un’acqua non solo ricca di elementi costitutivi come bicarbonato, calcio, potassio, magnesio, silice, floruro e solfati liquidi ma anche un’acqua che provenga da fonti incontaminate, sottoposte a monitoraggi continui.
bicchiere-<a href=acqua-al-mare" src="/images/stories/img/bicchiere-acqua-al-mare.png" height="348" width="280" />

Le acque oligominerali con poco sodio, vanno scartate, quelle “buone” sono quelle invece ricche di calcio e di sali minerali. Ogni sale minerale infatti gioca un ruolo fondamentale per diversi funzionale nell’organismo. Dissetare l’energie diventa ancora più faticoso se fai attività sportiva in maniera costante; con lo sforzo fisico infatti e l’aumento della traspirazione si perdono tantissimi liquidi. Per idratarsi e riminalizzare l’organismo nel modo migliore bisognerebbe però non bere troppo prima di iniziare l’allenamento; è sufficiente bere qualche sorso tra un esercizio e l’altro, dissetarsi quando si ha voglia senza esagerare. Infatti è dopo l’allenamento che si ha più il bisogno di compensare la perdita dei liquidi e dei minerali. Ricordandosi che l’acqua non deve essere troppo fredda, ma a temperatura ambiente e che bisogna bere piccoli sorsi alla volta.

Anche l’ambiente è da tenere sotto controllo per una buona idratazione corporea, quando si trascorrono ad esempio molte ore in ambienti a basso tasso di umidità. Aria condizionata, computer, stampanti, quando si è in ufficio circondati da tecnologia hightech non bisogna dimenticarsi di bere a orario continuato. Il microclima degli ambienti di lavoro, infatti, spesso è secco quindi si è più soggetti alla disidratazione. Inoltre bevendo ti depuri da eventuali sostanze inquinanti indoor come formaldeide, ozono e composti volatili emessi da pc, fotocopiatrici e stampanti.

L’acqua: un rimedio

se si ha bisogno di calcio

Se si è a dieta e magari si riducono le porzioni di formaggi, o se si è intolleranti al latte, oppure si è in gravidanza e si sta allattando o ci si avvicina alla menopausa, si è a rischio deficit di calcio. Il fabbisogno giornaliero di calcio, soprattutto dopo i quarant’anni, si fa fatica ad assimilare e si rischia un indebolimento di ossa e l’osteoporosi una malattia che in Italia colpisce circa il 30% degli individui soprattutto tra le donne: il calcio si trova non solo nei latticini ma anche nelle acque. Numerosi studi confermano che le acque minerali contengono molto calcio biodisponibile e anche di alta qualità che contribuisce a soddisfare l’organismo e inoltre a zero calorie.

per il mal di testa di “quei giorni al femminile”

Succede a molte donne, quando sta per arrivare il ciclo si scatena forte mal di testa e l’umore va a terra, ci si sente gonfie e pesanti. La cosidetta sindrome premestruale. Bere tanta acqua in “quei giorni” è molto d’aiuto purchè sia oligominerale e ricca di magnesio. Diversi studi hanno dimostrato che c’è una connessione tra la mancanza di tale minerale e la comparsa di tali sgradevoli problemi. Infatti prima di ricorrere ad eventuali analgesici si può ricorrere alla natura. Se si bevono almeno due litri di acqua al giorno contenenti magnesio a sufficenza, cefalee, tensioni nervose, gonfiore addominale saranno solo un ricordo.

quando siamo privi di energie

Quando c’è il cambio di stagione, l’arrivo dell’estate provoca a 8 persone su 10 spossatezza e disturbi del sonno. Questo incide sulla nostra vita quotidiana e sulle nostre attività giornaliere, ci si sveglia già stanche e si fa veramente fatica a concentrarsi. Ma per assicurarsi una sferzata di energia bisogna idratarsi al meglio. La stanchezza che assale è legata al fatto che non integriamo bene i liquidi e bere molta acqua è il modo migliore per reidratarsi e avere più energie.

ragazza che beve un bicchiere <a href=acqua" src="/images/stories/img/ragazza-che-beve-un-bicchiere-acqua.png" height="339" width="250" />

per gambe pesanti

Con l’aumento della temperatura sentiamo le gambe più pesanti e soprattutto la sera , le caviglie appaiono gonfie, il problema è la circolazione che è causa di ristagni e ritenzione idrica. Le gambe gonfie sonno l’anticamera della cellulite. Occorre scegliere un’ acqua con pochissimo sodio. Questo sale infatti favorisce la ritezione idrica e a lungo andare la comparsa dei cuscinetti localizzati.

per una corretta digestione

Se dopo mangiato si avverte un peso allo stomaco, bruciori e senso di malessere probabilmente non si è digerito bene, quindi oltre a rivedere gli alimenti da eliminare per far si che tutto funzioni meglio, un valido aiuto può essere bere un’ acqua ricca di bicarbonato, Questo prezioso elemento contrasta l’acidità dei succhi gastrici, attenua le fitte e favorisce le funzioni digestive. Inoltre aiuta a prevenire i calcoli. Ricordarsi di bere non durante i pasti, ma prima o dopo.

se ci si sente gonfi

La regolarità intestinale a volte si inceppa e in certi giorni ci si sente la pancia come un pallone. Se si beve tanta acqua a basso contenuto di sodio e ad alti valori di solfati si può stimolare una perfetta funzionalità intestinale ed epatica. Un toccasana per l’intestino pigro. Anche per depurarsi dalle tossine bere acqua oligominerale ricca di solfati è un’ ottima contromisura: purificante e detossinante. Pulisce le vie urinarie e da un stimolo al fegato non indifferente. Inoltre se l’intestino lavora meglio, produce meno scorie. E la tua pancia sarà piatta.

per una pelle sensibile

Se la tua pelle del viso è delicata o se hanno superato i 30 anni e si vuole mantenerla elastica e morbida e prevenire le rughe ancora una volta la strategia vincente è bere acqua. Perché i cosmetici vanno applicati all’esterno dell’ epidermide, ma è indispensabile nutrirla anche dall’interno grazie ad un’acqua che contenga il magnesio che stimola la circolazione rendendo la pelle più luminosa, aiutando così il nostro corpo a prevenire l’invecchiamento dei tessuti.

-sali-minerali-idratazione-pelle-organismo.html" data-text="" data-count="horizontal">Tweet

Newsletter

Ricevi promozioni e omaggi dai centri estetici di Roma e provincia.

Ricerca Centri Estetici

Search for:



Postcode
City